Descrizione Progetto

Tempietto Votivo Madonna delle Grazie

Il Tempietto Votivo dedicato alla Madonna delle Grazie si trova lungo la Statale 13 Pontebbana, nella frazione di Cornadella.

Nel corso degli anni Cinquanta del Novecento venne realizzato un piccolo sacello dedicato alla Madonna della Salute. Questa costruzione venne eretta dalla Signora Giovanna Da Ros vedova Manfè, come segno di riconoscenza visto che tutti i suoi congiunti erano tornati sani e salvi dalla Seconda Guerra Mondiale.

Il 28 febbraio 1961 davanti al sacello avvenne un grave incidente che vide coinvolto l’Ing. Ernesto Ingresele di Vicenza, che stava andando a Udine ed un piccolo furgone che uscì da una strada laterale. L’impatto fu violento ma non ci furono feriti, solo qualche piccola escoriazione. Questo fatto venne interpretato come segno miracoloso dall’Ingresele che come segno di riconoscenza, decise di ampliare il sacello precedente realizzando un Tempietto Votivo dedicato alla Madonna delle Grazie.

Sacile-microturismodellevenezie.it

Della realizzazione del Tempietto venne incaricato l’Ingegner Bertoja, che per la costruzione si avvalse dell’impresa Collodetto e per le finiture si rivolse ai laboratori marmi Rupolo e Bertin mentre i lavori vennero seguiti dal geometra Luigi Balliana. L’altare venne eretto dalla ditta Polat, i lavori di ferro dalle imprese Della Libera, Pillon e Taffarelli, la tinteggiatura e le decorazioni dalla ditta Carniello, l’impianto elettrico dalla ditta Vettorel, le grondaie dall’impresa Francesco Bet e le sedie dal Sig. Fadalti Narciso. Tutte queste imprese erano attive in Sacile.

Il terreno, più ampio per la costruzione, venne donato dalla famiglia Manfè, come già accaduto in precedenza per il sacello.

Dopo un anno la costruzione grezza era già costruita.

Il Tempietto Votivo Madonna delle Grazie si presenta in stile romanico. I fedeli vengono accolti da un piccolo atrio dove è stata collocata una Madonnina, l’interno ad un’unica navata presenta un coro ed una piccola sacrestia.

Il campanile caratterizza la facciata dell’edificio e potrebbe essere il prolungamento del sacello precedente. Si notano tre sezioni, la più bassa assomiglia ad una piccola torre mentre le due sezioni sovrapposte sono l’interpretazione di un campanile a vela e le celle più alte contengono due campane.

In quel periodo, gli anni Sessanta del Novecento, il Tempietto fungeva anche da luogo per l’insegnamento del Catechismo, per la Messa settimanale e per le altre funzioni religiose.

La chiesetta venne realizzata anche per offrire la possibilità agli anziani ed ai giovani di avere un luogo di preghiera nei pressi delle proprie abitazioni, altrimenti avrebbero dovuto percorrere più di tre chilometri per recarsi nel Duomo di San Nicolò. Una distanza impegnativa per le persone visti i mezzi disponibili all’epoca.

Nell’ottobre 1962 il Tempietto Votivo Madonna delle Grazie venne benedetto, alla presenza del Vescovo di Vittorio Veneto Albino Luciani, dell’Ing. Ingresele e delle autorità cittadine.

Dove trovarla

Il Tempietto Votivo Madonna delle Grazie si trova all’ incrocio fra Strada della Fontana 9 e la Statale Pontebbana SS13