Belluno

Belluno è la città capoluogo dell’omonima provincia che si trova nella parte montana e settentrionale del Veneto. Ha una superficie di circa 150 km2 con una popolazione complessiva maggiore di 35.000 abitanti. Per quanto riguarda il meteo Belluno è uno dei capoluoghi di provincia più freddi d’Italia. La città confina in senso orario partendo da nord con: Longarone, Ponte nelle Alpi, Alpago, Vittorio Veneto, Limana e Sedico.

Belluno è definita “la porta delle Dolomiti” per la sua posizione geografica che funge da cerniera fra la parte pianeggiante del Veneto e la zona montana.

Le prime informazioni storiche sulla città risalgono all’epoca dei Veneti e dei Celti. Divenne un centro molto importante in epoca romana, infatti, fu Municipium. Durante l’epoca medievale la città ed il territorio circostante divennero territorio via via occupato da Visigoti, Vandali, Unni, Ostrogoti, Bizantini e Longobardi. Con questi ultimi la città subì, a livello architettonico e difensivo diverse trasformazioni, infatti, vennero ampliate e fortificate le mura, venne migliorata la viabilità da e per la Città, vennero realizzati diversi edifici religiosi e così Belluno divenne un centro nevralgico per i commerci e le attività imprenditoriali dell’epoca.

Con l’arrivo dei Franchi, il territorio venne suddiviso in contee e marche e per realizzare la trasformazione i Franchi si appoggiarono soprattutto ai Vescovi. Nacquero così le prime figure dei Vescovi-Conti che si diffusero in tutto il loro regno.

Nel 1404, Belluno entrò a far parte della Repubblica di Venezia, soprattutto a causa del vuoto politico venutosi a creare in tutta la provincia e l'impossibilità per le città bellunesi di creare un'autonomia politica che tenesse conto di tutte le esigenze interne e di politica estera.

Dopo la caduta della Serenissima, il Veneto e quindi anche Belluno nell’arco di qualche anno si videro sottomessi prima alla Francia a poi all’Impero Austro-Ungarico. Dopo le guerre di Indipendenza nel 1866 questi territori vennero annessi al neonato Regno d’Italia. La città seguì le sorti della Nazione da quel momento in poi.

Diverse sono le bellezze che si possono apprezzare passeggiando in città come: la Cattedrale di San Martino di Tours, la Chiesa di Santa Maria delle Grazie più comunemente nota con il nome di Battistero, la Chiesa di San Pietro e molte altre ancora. Molto interessanti i palazzi presenti in città quali: il Palazzo dei Rettori, il Palazzo Rosso, il Palazzo dei Vescovi-Conti, Villa Fulcis Montalban ed altri.

La Città di Belluno è caratterizzata dalla presenza di molti ponti che attraversano il Piave e il Torrente Ardo e alcune strade presenti nel territorio comunale.

Caratteristica è piazza Duomo che si trova al centro di Belluno e che è stata testimone della vita politica e sociale della città. Un'altra piazza caratteristica è Piazza Mercato conosciuta anticamente come Piazza Foro. Arricchiscono il paese le tipiche viuzze e il panorama alpino.

A livello gastronomico a Belluno viene prodotto il Fagiolo di Lamon, legume IGP dell’area, molto apprezzato ed inserito nelle pietanze della zona. Il fagiolo è caratterizzato da una buccia finissima e solubile dovuta all'alto tenore di potassio tipico dei terreni di produzione.

Belluno offre diverse escursioni anche ad alta quota sulle Dolomiti, Patrimonio Unesco.

Innumerevoli sono gli eventi organizzati in città e fra questi: la Sagra dei Fiŝciòt cioè dei fischietti, le ricorrenze religiose e non solo legate al patrono San Martino di Tours e la rassegna annuale “Oltre le vette: metafore, uomini, luoghi della montagna.

Ultime novità

    Alcuni luoghi da visitare

    Qualche piccola sorpresa dal nostro territorio