Pordenone-patrocinio Comune Pordenone

Pordenone

Pordenone è una città del Friuli Venezia Giulia che si trova nella Destra Tagliamento nella pianura friulana. È stata capoluogo di provincia dalla fine degli anni Sessanta del Novecento fino alla fine del secondo decennio del XXI secolo.

È attraversata da importanti vie di comunicazioni come la Statale 13 Pontebbana e la ferrovia Udine-Venezia e l’Autostrada A28.

Etimologicamente, Pordenone deriverebbe dal latino Portus Naonis cioè Porto Naone. Porto Naone è il nome che usavano gli antichi Romani per indicare il fiume che passa in città: il Noncello. Nello specifico il significato di Portus Naonis indica: città che sta lungo il fiume Noncello. Il nome non è casuale perché Pordenone, in epoca romana, permetteva di collegare le città di Opitergium (Oderzo) con Iulia Concordia (Concordia Sagittaria), Iulium Carnicum (Zuglio) ed i territori dell’Austria e della Slovenia. Questo consentì di sviluppare commerci e scambi utilizzando come via di comunicazione proprio il fiume.

Storicamente, il primo nucleo dell’odierna Pordenone si può far risalire ai territori della frazione di Torre posti nella parte settentrionale della città odierna. Con il Medioevo e l’aumento dei commerci, il centro nevralgico della città venne spostato verso sud. Questo permise l’approdo di imbarcazioni via via più grandi con una possibilità di carico e scarico maggiore.

Con la crisi dell’Impero Romano d’Occidente, le incursioni barbariche misero in difficoltà Pordenone e l’intero territorio circostante ma, l’arrivo dei Longobardi migliorò la situazione generale. Nel corso dei secoli il territorio di Pordenone si trovò nel Ducato del Friuli, nella Marca del Friuli, nel Patriarcato di Aquileia ed infine nella Repubblica di Venezia. Caduta la Serenissima, Pordenone divenne territorio asburgico per poi passare, insieme al Veneto, nel 1866 al Regno d’Italia.

Pordenone confina a settentrione con San Quirino, a oriente con Cordenons e Zoppola, a meridione con Fiume Veneto, Azzano Decimo, Pasiano di Pordenone e Prata di Pordenone, ad occidente con Porcia e Roveredo in Piano.

Diverse sono le architetture religiose e civili che si possono scoprire a Pordenone come ad esempio: il Duomo di San Marco Evangelista, la Chiesa della Santissima Trinità detta “della Santissima“, la Chiesa parrocchiale dei Santi Ilario e Taziano, ecc.

Oltre alle chiese si possono ricordare: il Palazzo Comunale, il Palazzo Montereale Mantica, il Campanile del Duomo, Ex Convento e chiesa di San Francesco, la Villa Cattaneo-Della Gaspera, la Filatura di Torre ed il Teatro comunale “Giuseppe Verdi”.

A Pordenone vengono organizzate molte manifestazioni durante tutto l’anno, fra queste la più conosciuta: PordenoneLegge.

Pordenone conta tante opere da scoprire a partire da quelle di Antonio de Sacchis detto Il Pordenone, grande pittore del Rinascimento.

Ultime novità

    Un grazie a:

    Alcuni luoghi da visitare

    Qualche piccola sorpresa dal nostro territorio