Descrizione Progetto

Santuario San Francesco da Paola

Il Santuario San Francesco da Paola si trova nella frazione di Revine a Revine Lago.

È ben visibile, per coloro che transitano lungo la strada che attraversa la Valsana visto che si trova a metà costa del Monte Fiascone e anche perché è di colore bianco.

È in una posizione dominante rispetto al paese che si trova ai suoi piedi e questo gli permette di imprimere un marchio sul paesaggio della Vallata dei laghi.

San Francesco da Paola nato in Calabria nel 1416 eremita viene invocato come taumaturgo e fondò l’Ordine dei Minimi.

Il Santuario venne costruito fra la fine del Seicento e l’inizio del Settecento su impulso dell’allora parroco don Giovanni Domenico Cumano.

Sorge dove anticamente vi era l’antico castello medioevale del Monte Fiascone, ora andato perduto.

Don Cumano per realizzare la chiesa si fece aiutare dagli abitanti del luogo. Il parroco, grazie agli scritti pervenuteci, sosteneva che la chiesa fosse sua e che venne realizzata con i suoi soldi. Negli scritti è riportato: “aere proprio extructa” o ancora “mastro Domenico” o altre frasi o parole particolari che attestano il possesso del santuario.

Esternamente il Santuario San Francesco da Paola si presenta con una facciata a capanna dove sono ben visibili le due monofore che illuminano l’edificio sacro. Sopra il portone d’ingresso troviamo una finestra ovale che è ben armonizzata con le monofore. Poco sopra vi è un rosone con una vetrata decorata , come decorate  sono tutte le finestre del Santuario.

Guardando la facciata della chiesa, sul lato destro si trova il campanile rettangolare con l’orologio che scandisce le ore del paese. Sopra quest’ultimo troviamo delle bifore per ogni lato della struttura ed un tetto che termina con quattro falde curvilinee che si differenziano rispetto ai campanili della zona.

Il piazzale della chiesa è delimitato da un muro di sostegno, che potrebbe essere l’elemento di base della costruzione più antica, ornato da sette archi che racchiudono le celle che servirono da ricovero per i malati di peste.

All’interno della chiesa, sopra la porta d’ingresso, si trova una  lapide tombale con lo stemma inventato da don Cumano.

Diverse sono le opere presenti nella chiesa come il trittico raffigurante: la Madonna col Bambino con San Francesco da Paola e l’angelo reggente l’emblema “Charitas” nella tela centrale. Nelle laterali troviamo Sant’Alberto e Sant’Osvaldo.

Di particolare interesse sono anche gli affreschi di Francesco Da Re che si trovano in una delle stanze sopra la sacrestia che rappresentano i cinque misteri gaudiosi.

All’interno, vi sono anche opere di Mathias Gremsel e di Egidio Dall’Oglio.

Il Santuario è visibile tutte le domeniche di giugno, luglio ed agosto dalle ore 16:00 alle ore 19:00.

Dove trovarla

Il Santuario San Francesco da Paola si trova in via San Francesco