Descrizione Progetto

Lavatoio di Lame

In località Lame nella frazione di Revine nel Comune di Revine Lago vi è un antico lavatoio che veniva utilizzato fino al secolo scorso.

Storicamente, veniva adoperato dalle donne di Revine perché quelle delle località di Santa Maria e di Lago lavavano i panni direttamente nel lago di Lago. Per queste ultime sarebbe infatti stato scomodo arrivare fino al Lavatoio di Lame.

A quell’epoca, l’acqua potabile veniva prelevata dal pozzo che si trovava in località Pian del Poz cioè Piano del Pozzo. Tutt’oggi l’acqua che arriva fino al lavatoio viene prelevata da questo sito di origine Settecentesca.

Il lavatoio è di forma rettangolare ed è composto da tre vasche in pietra di dimensioni uguali collegate fra loro. Un piccolo tubo ricurvo lascia ricadere nelle vasche l’acqua proveniente dalla montagna.

Nella parte posteriore del lavatoio, addossato alle vasche, vi è il muro perimetrale di sassi e pietre bianche. Dallo spazio antistante le vasche, due colonne circolari realizzate sempre in sassi bianchi, assieme al muro di fondo, sorreggono il tetto a capanna che dotato di tegole protegge il sito ricordandoci come era organizzato il lavatoio nel passato.

Una grande vasca ovale, a livello del piano di campagna, si trova nei pressi del lavatoio. Ci ricorda come nell’economia contadina, tutte le risorse non dovevano essere sprecate, come le acque in esubero del lavatoio che potevano servire per gli animali o i campi.

L’ambiente che circonda il lavatoio, vede diversi edifici costruiti con gli stessi materiali. L’insieme è armonico e offre una visione formato cartolina dei secoli scorsi.

Il Lavatoio di Lame rappresentava un luogo di socializzazione per le donne di Revine e non solo. In quelle occasioni era consuetudine chiacchierare o spettegolare su fatti accaduti o imminenti del paese come matrimoni, funerali, fatti di altri paesi circostanti, ecc.

La ricostruzione storica si trova sull’incrocio fra via Delle Lame e via Sotto Cal.