Descrizione Progetto

Il Museo Diocesano Albino Luciani si trova all’ultimo piano del seminario vescovile di Vittorio Veneto.

Inaugurato nel 1986, venne ampliato nel 2002 e raccoglie diverse opere nelle sue sale. Fu fortemente voluto, per tutelare e valorizzare il patrimonio artistico-culturale della Diocesi, dall’allora Vescovo Albino Luciani quando resse la Diocesi di Vittorio Veneto dal 1958 al 1969, prima di essere nominato Patriarca di Venezia e successivamente papa nel 1978 con il nome di Giovanni Paolo I.

All’interno del museo tante sono le opere conservate oltre a diverse suppellettili in argento ed in altri materiali preziosi, tra cui alcuni paramenti sacri che appartengono ad un arco temporale che spazia dal XV al XX secolo.

Il museo è costituito da sette sale:

  • Nella I, II, III sono esposti lavori dell’epoca rinascimentale di pittori veneti e friulani: Cima da Conegliano, Francesco da Milano, Tiziano, Francesco Beccaruzzi, ecc.
  • Nella IV sono conservate opere dell’epoca barocca di autori come: Gaspare Diziani, Antonio Bellucci e Mathias Grempsel.
  • Nella V si vedono stampe e pale risalenti al Settecento e Ottocento.
  • Nella VI dedicata all’arte contemporanea sono presenti i lavori di Filippo De Pisis, Felice Carena, Pino Casarini, Guido Cadorin, Georges Rouault e Salvador Dalí.
  • Nella VII vi sono le opere donate da Mons. Antonio Moret tra le quali stampe, quadri antichi e moderni.

Per informazioni telefonate al numero: +39 0438/948411

Come raggiungere

Il Museo Diocesano Albino Luciani si trova in Largo del Seminario 2