Descrizione Progetto

Chiesa San Martino

Tra le mura del Castello della famiglia Brandolini, oggi noto come CastelBrando, merita una visita la sua caratteristica chiesa San Martino.

Quest’ultima, santo appositamente scelto della famiglia in quanto protettore dei soldati e dei guerrieri, a ricordare l’intensa attività militare dei Brandolini, in prima fila per secoli nella protezione della Repubblica Veneziana.

L’attuale chiesa è un rifacimento di una più antica cappella, come ci conferma Gabriele III da Camino nel suo testamento del 1224.

L’inserimento di una chiesa all’interno di una struttura militare era la dimostrazione di voler costituire un Castello che fosse allo stesso tempo anche una residenza signorile.

L’architetto che ne seguì la costruzione era Ottavio Scotti, lo stesso che progettò e fece erigere l’ala settecentesca del Castello. Anche per la chiesetta decise di riprendere lo stile classico, dove alla ripartizione armonica della superficie si alternano  cornici, lesene e, sopra l’ingresso principale, un timpano triangolare con motivi a dentelli.

Prima di entrare ad ammirare le decorazioni interne dell’edificio, vale la pena soffermarsi ad ammirare la parete esterna della cappella della famiglia, posizionato subito a sinistra della chiesa.

Infatti, la famiglia posizionò qui due interessanti lapidi: il famoso bassorilievo rappresentante Brando III de Brandoli, Conte di Zumelle (opera che precedentemente era situata presso la chiesa di San Francesco a Treviso) e la lapide dedicata ad Anton Maria Brandolini dal nipote per ricordare le sue grandi opere lasciate nel castello.

Sopra il portale di accesso alla cripta, spicca infine il motto della famiglia “IMPAVIDUM FERIENT” Lo colsero impavido, motto che verrà riproposto anche all’interno della chiesa e che fu tratto da una celebre frase di Orazio.

Dopo aver ammirato l’esterno della chiesa, non si può che entrare a visitarne il suo interno caratterizzato da candidi colori tra un alternarsi dei toni rosa e azzurro pastello.

L’opera di decorazione fu iniziata nel 1745 da Egidio Dall’Oglio, pittore locale nato a Cison di Valmarino e uno dei più significativi artisti della Vallata che praticò moltissimo nel territorio, lasciandoci oggi una grande eredità artistica.

Lungo le pareti della navata e dell’abside, impossibile non notare la sua opera raffigurante i Dodici Apostoli: un ciclo pittorico che riprende come motivo decorativo una conchiglia dorata come sfondo e caratterizzato da morbidi cromatismi e dalla tecnica del grisaille. Secondo il critico Mies, all’interno di quest’opera potrebbe esserci anche un autoritratto dell’artista stesso.

Le altre opere che il pittore cisonese ha dipinto nella chiesetta del Castello sono la Natività, la Fuga in Egitto, il Riposo durante la fuga in Egitto e i Santi Paolo, Tiziano e Pietro.

Da non dimenticare, è la pala d’altare dedicata al patrono: San Martino. Qui viene rappresentato nel momento più noto della sua vita, quando donò una parte del suo mantello ad un povero, per proteggerlo dal freddo di quei famosi giorni di metà Novembre.

La chiesa non termina però qui. Sul lato sinistro della navata, un portone conduce alla cripta della famiglia Brandolini (chiusa al pubblico). Qui si trovano le spoglie di alcuni dei membri della famiglia che sono vissuti nel Castello o che sono stati sepolti qui insieme ai suoi cari.

Infine, una piccola zona della sacrestia è stata dedicata al Museo dei Costumi del Potere, uno spazio interattivo che, attraverso un video, permette di conoscere più da vicino alcuni dei personaggi che hanno fatto la storia del Veneto e del territorio trevigiano.

La chiesa di San Martino è visitabile solo attraverso la visita guidata da 90 minuti.

Le visite al Castello sono disponibili tutte le domeniche e i giorni festivi dalle ore 10:00 alle ore 12:00 e dalle ore 14:00 alle ore 18:00 nel periodo estivo o dalle ore 15:00 alle ore 19:00 nel periodo invernale.

Le visite saranno effettuate al raggiungimento del gruppo minimo di 4 persone.

Al di fuori degli orari di apertura dell’ufficio visite, è possibile partecipare alla visita guidata solo previo prenotazione.

Per informazioni: [email protected]

Dove trovarla

La chiesa San Martino si trova all’interno di CastelBrando in via Brandolini Brando, 29