Descrizione Progetto

Il Capitello di San Liberale si trova nel piccolo centro abitato a Mura. A fianco alla struttura votiva scorre il fiume Soligo. Quest’ultimo è alimentato dalle acque dei Laghi di Santa Maria e Lago.

I capitelli che siamo abituati a vedere nel territorio sono generalmente isolati dal resto dell’abitato e dislocati in campagna, con una forma rettangolare e con un tetto a capanna.

Quello di Mura, invece, si trova a ridosso di un’abitazione ed é sovrastato da un piccolo tetto spiovente che, nel corso della Storia ha protetto dalle intemperie i viandanti che, magari venivano sorpresi dal maltempo.

Il tetto ha permesso di conservare gli affreschi di questo antico capitello che si trovano sulla parete nord e sulla parete est della struttura.

Vi sono rappresentati: San Cristoforo con il Bambino Gesù sulle spalle, San Nicola da Bari, la Madonna del Rosario tra San Rocco, San Domenico e Santa Caterina, San Floriano, San Pietro e Sant’Andrea che reggono l’ostensorio, San Gaetano da Thiene e Sant’Antonio da Padova col Bambino, infine San Michele Arcangelo. In una piccola nicchia troviamo una frammentaria lapidazione di Santo Stefano.

L’opera, di una certa vivacità espressiva, è attribuita a Francesco Da Re, pittore di Fregona del Settecento.

Il culto di San Liberale si diffuse nella zona nel V secolo. Attualmente è patrono sia di Treviso sia di Castelfranco Veneto.

Liberale fu un soldato romano, convertitosi al Cristianesimo e poi proclamato Santo.

È festeggiato il 27 aprile.

Dove trovarlo

Il Capitello di San Liberale si trova in via Petrarca