Descrizione Progetto

Camminando lungo Viale della Vittoria ci imbattiamo in diverse ville in stile liberty risalenti al secolo scorso. Una di queste è Villa Croze, che venne realizzata dall’arch. Carlo Costantini, per l’omonima famiglia.

L’edificio venne commissionato nel 1906, da Ottavio Croze Junior.

Esternamente la villa si presenta con logge ai piani rialzati ed una imponente torretta panoramica che emerge dal tetto in stile liberty. La torre è il segno distintivo di questo edificio che rappresenta comunque un esempio di grazia e bellezza nel panorama edilizio della Città della Vittoria.

Impreziosiscono la struttura, decorazioni liberty dipinte nel fascione sotto la parte sporgente del tetto e altri ornamenti in cemento stampato nel perimetro delle finestre.

Internamente la villa ospita pregevoli stucchi e l’arredamento dell’epoca risalente al secolo scorso.

Originariamente il giardino della villa era di oltre 6.000 metri quadrati ma, poi, con il passare del tempo, venne ridotto fino ad assumere la connotazione attuale.

Durante la Prima Guerra Mondiale Villa Croze venne scelta dall’esercito austro-ungarico per stabilirvi gli alloggi degli ufficiali. Diverse furono le ville in città che subirono questa condizione durante l’occupazione.

Nella memoria dei Vittoriesi rimangono ancora i ricordi delle feste con banchetti fra soldati e “signorine” che prendevano il sole e si divertivano mentre i loro uomini erano in guerra.

Dal 2002 in questa villa è ospitata la bella Galleria Civica di arte medioevale, moderna e contemporanea Vittorio Emanuele II voluta dal prof. Giovanni Paludetti che merita ben più di una visita per la bellezza dei reperti e dei pezzi d’arte che vi sono raccolti.

Il biglietto d’ingresso può essere acquistato solo per la visita della Galleria Civica, oppure cumulativo per poter così visitare anche il Museo del Cenedese con l’Oratorio dei Battuti, il Museo della Battaglia e il Museo del Baco da Seta.

Dove trovarla

Villa Croze si trova nel Viale della Vittoria 321