Descrizione Progetto

Ponte e porta Friuli

Dell’antico Castello di Portobuffolè del X sec, su cui si è accanita la decadenza dopo il Medioevo e successive demolizioni, ci da ancor buona testimonianza Ponte Friuli e Porta Friuli, sormontata dal Toresin, principale via d’accesso alla città fortificata.

L’antico corso del Livenza, deviato nel 1913 per scongiurare allagamenti, creava il fossato su cui in epoca medievale si appoggiava il ponte levatoio, accanto al porticciolo che accoglieva il commercio di sale, sete e spezie.

L’aspetto attuale del ponte risale al rifacimento avvenuto a fine Settecento. Dal ponte, lato destro, sono visibili i resti delle antiche mura della città medievale, con incassata una piccola Bocca della Verità di origine romana.

Delle ormai scomparse, azzurre acque della Livenza ci da testimonianza il manto erboso che cresce verde nell’alveo da esso lasciato.

Dove trovarla

 Ponte e porta Friuli si trovano all’incrocio tra via Roma e via Contratti