Descrizione Progetto

Chiesa Santa Giustina

La chiesa di Santa Giustina si trova nella frazione di Soller a Cison di Valmarino. Soller è la prima frazione che si incontrano i microturisti che viaggiano da Revine Lago verso la Val Sana.

L’edificio di culto è stato costruito sopra una collina e la devozione alla Santa, da parte della popolazione locale, è molto sentita. La chiesa è facilmente individuabile visto il colore bianco che si staglia tra il verde dei boschi e l’azzurro del cielo.

La tradizione ha tramandato una curiosa Storia in merito alla scelta della collocazione. Si dice, infatti, che gli uomini di Soller avessero deciso di costruire la chiesa sul “Col Lonc”, cioè collo lungo piccolo promontorio che si trova sul lato sinistro del paese, attualmente nel Comune di Revine Lago.

Sul posto portarono dunque tutti i materiali necessari ad iniziare i lavori. Tra lo stupore e l’incredulità di tutti però, l’indomani, gli stessi vennero misteriosamente ritrovati ove sorge attualmente l’edificio. Gli uomini, pensando all’opera di qualche burlone, ricollocarono tutto sul “Col Lonc” ma, nuovamente, l’indomani, li ritrovarono spostati. Il curioso fenomeno continuò per diversi giorni. Alla fine venne deciso di costruire la chiesetta di Santa Giustina nel luogo dove la troviamo tutt’oggi.

Nel corso del Duecento, qui era stata realizzata una cappella citata per la prima volta nel 1258.

Nel 1314 la chiesa era alle dipendenze della Pieve di Tarzo. In un altro documento il borgo Soller venne nominato come borgo Santa Giustina.

L’ampliamento della struttura sarebbe avvenuto a cura di Guido VIII Brandolini, in segno di espiazione per la faida che si era consumata fra la famiglia Brandolini ed i mercanti Savoini. Questi ultimi erano colpevoli dell’uccisione dello zio di Guido, Brandolino VI.

Il restauro e l’ampliamento del campanile avvennero fra la fine del Seicento e l’inizio del Settecento quando era parroco don Stefano Soprana.

La facciata della chiesa si presenta con un portone d’ingresso ai cui lati trovano spazio due finestre rettangolari con inferriate. Lo stile è ben presente anche in altre chiese di Cison di Valmarino.

Il tetto dell’edificio è obliquo sul lato di sinistra e poggia sul campanile con cui crea una struttura unica. Il campanile ha due bifore su due lati ed una monofora sugli altri due lati. Cella campanaria e tetto a forma esagonale completano la struttura. Sui lati lunghi della chiesa, due lunette consentono di trasferire la luce all’intero edificio.

All’interno troviamo l’altare. Sopra di esso vi era il dipinto seicentesco che raffigurava la Vergine, Santa Giustina e Sant’Urbano. La tela purtroppo venne rubata nel 1976 e non è stata ancora ritrovata.

Dove trovarla

La chiesa Santa Giustina si trova in via Santa Giustina 45