Descrizione Progetto

Chiesa San Michele

La chiesa di San Michele si trova nella frazione di Gai a Cison di Valmarino, in posizione tale da sovrastare, quasi a proteggere il borgo abitato, tant’è che è facilmente individuabile sia giungendo da Revine Lago sia da Cison seguendo la strada provinciale.

La prima attestazione della chiesa intitolata a San Michele Arcangelo risale al 1266 ed è ascritta come bene ai Monaci Benedettini di Santa Maria Maggiore di Treviso.

Probabilmente però, già dopo le invasioni barbariche, sulla sommità della collina si ergeva un piccolo oratorio. I Longobardi sappiamo erano molto devoti a San Michele e questo spiegherebbe la dedicazione di questo edificio sacro.

L’edificio che è giunto fino a noi risale agli anni Quaranta del Settecento.

L’interno della chiesa è dominato dall’altare maggiore ove vi è oggi una pala seicentesca di gusto semplice e popolare che rappresenta San Michele con le bilance. Si tratta di una classica immagine del santo. San Michele, infatti, guerriero per eccellenza e difensore nella tradizione cristiana, ha il compito di condurre le anime al giudizio di Dio: ecco dunque perché sovente viene raffigurato con la spada e la bilancia, in riferimento alla funzione di pesatore d’anime.

Fino a pochi anni fa quest’opera era coperta da una pregevole pala di Francesco da Milano, che raffigurava La Madonna con il bambino, San Michele Arcangelo e San Giorgio Martire, rimossa per essere restaurata ed ora conservata presso la canonica di Tovena.

Gli affreschi che decorano il soffitto sono attribuiti all’artista locale Egidio dall’Oglio e raffigurano tre diversi episodi di cui è protagonista l’Arcangelo Michele: La liberazione di San Pietro, l’annuncio a Giuseppe, l’assunzione di Maria al cielo.

La chiesa ha un’unica navata.

La chiesa ha la tipica forma a capanna. Esternamente, la facciata ha un piccolo portone d’ingresso e sopra vi è una finestra con delle inferiate in ferro battuto. Questa apertura dà luce all’intero edificio. Grigio è il colore esterno dell’edificio.

A fianco alla chiesa di San Michele troviamo un campanile realizzato con pietre ed altro materiale del luogo. Nella sommità un orologio segna le ore, quattro bifore, una per ogni lato, fanno da ornamento alla cella campanaria le cui campane richiamano i fedeli alle varie funzioni.

La chiesa è aperta in occasione delle funzioni e offre  un panorama unico sulla vallata sottostante e sulle colline del territorio.

Dove trovarla

La chiesa San Michele si trova in via Montebello 5