Descrizione Progetto

Chiesa Beata Vergine delle Grazie

La chiesa Beata Vergine delle Grazie o anche denominata chiesa Madonna delle Grazie si trova nella parte sud del Comune di Cison di Valmarino.

L’edificio venne realizzato per ricordare i defunti della Prima Guerra Mondiale e si trova nei pressi del Cimitero del paese.

La struttura è facilmente visibile perché la sua forma elegante spicca dal terreno e si fa notare per la grande cupola in metallo scuro che si contrappone al colore chiaro, giallo crema, dell’edificio in un paesaggio già affascinante tra le colline e le Prealpi trevigiane.

Sotto la chiesa, chiamata a livello locale Tempio della Beata Vergine delle Grazie, si trova una cripta. Quest’ultima venne disegnata dallo scultore locale Marco Casagrande (1804-1880) mentre, l’Architetto padovano Antonio Zanivan (1891-1960) disegnò l’edificio di culto.

La cripta ha una forma rettangolare con, al centro, due semicerchi simili a due braccia. Sembra una madre, personificata nella Madonna, che abbraccia i suoi figli defunti in guerra. La cripta contiene le lapidi dei caduti della Grande Guerra.

A Padova nelle vicinanze della stazione ferroviaria, venne costruito a partire dal 1920 il Tempio della Pace su progetto dello stesso Zanivan. Questo tempio-ossario fu ispiratore del progetto che l’architetto realizzò per la chiesa cisonese.

Per accedere alla grande cripta ubicata sotto il tempio bisogna percorrere un vialetto erboso tra due file di cipressi. All’inizio del vialetto è stato posizionato un cannone risalente alla Grande Guerra.

Sopra l’ingresso della cripta è stato costruito un protiro che oltre a proteggere l’ingresso all’edificio di culto, funge da basamento per la statua della Madonna che guarda verso il vialetto.

Il centro dell’edificio sacro è caratterizzato da una bella cupola rivestita di rame il cui tamburo è arricchito da monofore e da cornici che donano eleganza alla struttura. Le finestre che sono distribuite su due ordini danno luce all’interno della chiesa.

All’interno troviamo un confessionale del settecentesco con due piccole tele di Egidio Dall’Oglio. Dello stesso autore vi era un’altra tela, dedicato alla Vergine, che venne trafugata nel 1969 e mai più ritrovata.

Dove trovarla

La chiesa Beata Vergine delle Grazie si trova in via Madonna delle Grazie